Filtri a massa filtrante

Filtri a massa filtrante

Filtri per ogni tipo di trattamento dell'acqua

FILTRI DI TORBIDITÀ

L’acqua sia essa di pozzo o di acquedotto, deve essere filtrata prima dell’utilizzo.
La filtrazione è un trattamento indispensabile che protegge le apparecchiature quali: lavatrici, rubinetteria, ecc. quindi il filtro deve essere installato all’inizio della rete idrica.
Se l’acqua contiene solo sabbia o corpi solidi in quantità moderata, si possono utilizzare filtri a cartuccia lavabile, meglio ancora se autopulenti.
Se l’acqua invece è torbida, contenga cioè sostanze solide di piccolissime dimensioni come argilla o limo è necessario ricorrere alla filtrazione su filtri di torbidità multistadio.
Il letto filtrante dei filtri di torbidità è formato da più strati di sabbia silicea di varie granulometrie praticamente pura, priva di carbonato, chimicamente inerte e di durata quasi illimitata.

FILTRI A CARBONE ATTIVO

L’acqua degli acquedotti è quasi sempre clorata per garantire la sicurezza di potabilità batteriologica.
Vi sono casi però dove non si ammette la presenza di cloro, come in alcuni processi industriali di tintura, produzione di bevande gassate, oppure in quei casi dove si deve ricorrere ad una super clorazione per ragioni legate a processi di potabilizzazione per eliminare l’ammoniaca presente nell’acqua, in tutti questi casi è indispensabile l’impiego di filtri a carbone attivo.
Nell’impiego di questi filtri a carbone attivo va ricordato che è opportuno lasciare una clorazione residua sufficiente per garantire la sicurezza igienica nelle acque potabili, questo si può ottenere con una post-clorazione.
Il letto dei filtri a carbone è costituito da carbone attivo vegetale granulare ad alta porosità, esso è molto resistente all’attrito meccanico ed il suo esaurimento dipende da molti fattori, quali: sostanze in sospensione, sostanze organiche, detergenti, pesticidi, quindi ne risulta assai difficile stabilirne, a priori, l’esatta durata.

FILTRI DEFERRIZZATORI

L’acqua potabile non deve contenere ferro in quantità superiore a 0,2 mg/l e manganese in quantità superiore a 0,05 mg/l.
In molti processi industriali le prescrizioni sono molto più restrittive.
I deferrizzatori eliminano ferro e manganese, inoltre distruggono quelle sostanze che conferiscono all’acqua sapori e odori sgradevoli dovuti alla presenza di idrogeno solforato.
Il processo di deferrizzazione avviene mediante azione catalitica ossidante favorita da un piccolo dosaggio di ipoclorito di sodio.
Il letto filtrante dei deferrizzatori è costituito da Pirolusite (Biossido di Manganese MnO2) di ottima qualità e purezza miscelato con sabbia di quarzo.

FILTRI NEUTRALIZZATORI DELL’ACIDITÀ

Questi filtri servono per la neutralizzazione di acque dolci o aggressive, provenienti da sorgente, oppure per la mineralizzazione di acque ottenute con processi di dissalazione ad osmosi inversa.
Il letto filtrante è costituito da una miscela di carbonato di calcio e ossido di magnesio, che si scioglie proporzionalmente all’acidità dell’acqua e corregge il pH fino al raggiungimento di un livello non corrosivo, naturalmente nell’acqua trattata si ha un aumento di durezza.

FILTRI PER LA RIMOZIONE DELL’ARSENICO

L’acqua potabile non deve contenere arsenico in quantità superiore a 10 µg/l.
Questi filtri riducono il contenuto di arsenico sotto la soglia massima per la potabilità dell’acqua.
Il processo di rimozione dell’arsenico, sia per As3+ (arsenito) che per As5+ (arsenato), avviene per adsorbimento, senza aggiunta di prodotti chimici ossidanti.
Il letto filtrante è costituito da idrossido ferrino granulare (GFH), quando ha esaurito la sua capacità di adsorbimento deve essere sostituito con una nuova carica.

Qualche problema da risolvere?

Visita la nostra area di assistenza.

VAI ALL'AREA ASSISTENZA

Lavora con noi.

Siamo sempre alla ricerca di nuovi partners e collaboratori.

CONTATTACI